Liuto rinascimentale - Quirino Web

Vai ai contenuti

Menu principale:

Liuto rinascimentale

Lo strumento è del liutaio Carlo Raspagni, scomparso nel 1999. È un liuto costruito in maniera non filologica, per consentire ad un chitarrista di poterlo suonare con le unghie (e con una impostazione non liutistica): rende altrettanto bene (anzi è meglio) con le corde di minugia e naturalmente suonato con i polpastrelli. Ha otto cori (il primo e il secondo semplici, gli altri raddoppiati) la tastiera in ebano leggermente rialzata dal piano armonico, e un ponticello che alloggia un traversino sempre in ebano.
Anche su questo strumento ho provato le corde Aquila,e non posso più farne a meno.
 
Copyright 2018. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu