Dulcimer - Quirino Web

Vai ai contenuti

Menu principale:

Dulcimer

In realtà, dovrei dire Appalachian Dulcimer, per distinguere dall'altro strumento (hammered dulcimer), in uso tra l'altro in Irlanda.
Nel Settembre 1999 ho partecipato ad un corso di aggiornamento per insegnanti di scuola media dal titolo "Costruire e suonare gli strumenti delle tradizioni popolari", tenuto da Claudio Dina (grande etnomusicologo e grande musicista!), dove ho imparato a costruire il dulcimer, oltre ad altri strumenti della tradizione popolare statunitense come il washtub, il kazoo ecc.
Il dulcimer è uno strumento affascinante, facile da costruire, tanto che in poco tempo ne ho costruiti due: il primo, su disegno originale, con i fori di risonanza decorati con disegno celtico-medievale, l'ho chiamato "Christine" e dedicato a mia moglie, mentre il secondo, un po' più tradizionale nelle linee, ma con i fori ugualmente intagliati e un impianto per l'amplificazione (un dulcimer elettrico?), è stato battezzato "Emmanuel" in onore del mio primo figlio.
Nel maggio del 2000, alla nascita della mia seconda figlia, Giulia, mia moglie mi disse: "...a questo punto, devi costruirne un altro...". Detto e fatto, il terzo strumento (chiaramente battezzato "Julia"), ha visto la luce nel luglio successivo: anche questo è elettrico, ricalca le linee di quello del "fratello", ma la paletta ha le meccaniche ("rubate" ad una dodici corde con il manico rotto) e non i bischeri. Adesso avrei dovuto fare anche un altro dulcimer in omaggio al mio terzo figlio, ma nel frattempo il "riordino" delle stanze in casa mi ha privato del piccolo laboratorio di liuteria...
 
Copyright 2018. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu